Set 21, 2017

0
Consigli utili

Consigli utili

In caso di crisi asmatica è utile effettuare la cosiddetta espirazione a labbra socchiuse: si inspira con il naso e si espira con le labbra socchiuse, facendo uscire dolcemente l’aria dalla bocca, naturalmente, senza forzarne il flusso. Questo tipo di respirazione mantiene all’interno dei bronchioli, privi di cartilagine finché il loro calibro non raggiunge 1 millimetro, una pressione sufficiente a evitare il collabimento della loro parete (che intrappolerebbe l’aria in uscita). Ciò permette il deflusso dell’aria espirata fino ai bronchioli più grossi dove la presenza di cartilagine (struttura rigida) che li sostiene
impedisce comunque il loro collabimento. Questa tecnica, migliorando la ventilazione alveolare, ha il vantaggio di ridurre la dispnea/affanno e il numero di atti respiratori per minuto. Esistono anche forme di asma di origine cardiaca, spesso in soggetti anziani e/o con problemi di scompenso cardiaco, che richiedono la terapia specifica dello scompenso
cardiaco, e, come si è detto in apertura, altre forme severe che richiedono l’ospedalizzazione come la bronchiolite dei lattanti. Voglio essere ancora molto chiaro su questo punto: ogni forma di dispnea richiede sempre una valutazione medica tempestiva.

Seguire e come noi:
follow subscribe - Consigli utili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *