Terapia delle smagliature

06 Ago 2017
0 Comment
Terapia delle smagliature

Si tratta di striature atrofiche (mancanza di sostanza), specie di “crepacci” che prendono origine nella parte più profonda del derma a livello delle fibre collagene ed elastiche e arrivano fino all’epidermide (lo strato epiteliale che riveste la pelle in superficie). Qui si ha un rallentamento delle divisioni cellulari per cui c’è difficoltà a sostituire le cellule eliminate dalla desquamazione. In conseguenza di ciò, la pelle si assottiglia e assume una colorazione biancastra o rossa a causa del deficit di melanina. Si localizzano a livello delle anche, sui glutei, sulle cosce, sul ventre o sul seno. Non pare siano dovute a cause meccaniche bensì a un eccesso di ormoni della corteccia.

Terapia delle verruche

02 Ago 2017
0 Comment
Terapia delle verruche

Le verruche sono proliferazioni-escrescenze della pelle come reazione a infezioni virali spesso causate da papillomavirus. Fitoterapia • Aloe vera: il gel della foglia fresca aperta a libro, tenuto a contatto con la verruca da un cerotto. • Celidonia: il succo del gambo applicato sulla verruca. È un liquido gelatinoso contenente sostanze che digeriscono la verruca. Omeopatia • Thuya 5 CH: 3 granuli per 3 volte al giorno. • Causticum 5 CH: 3 granuli per 3 volte al giorno. • Thuya pomata: 1-2 volte al giorno. • Antimonium crudum: 5 granuli per 3 volte al dì. Per verruche plantari. Microimmunoterapia • 2LVERU: il contenuto in granuli di una capsula. Per via.

Generalità

15 Lug 2017
0 Comment
Generalità

La cute o pelle è molto più che un semplice rivestimento per la “macchina” del nostro corpo. Considerarla tale è estremamente riduttivo e inesatto, così come considerare l’intestino crasso un canale o una fogna. In realtà, essa è un organo a tutti gli effetti, che ha un suo peso (il 16% circa del peso corporeo totale), una sua anatomia e fisiologia, e soprattutto è partecipe di tutti i problemi dell organismo. La pelle deriva dalle stesse strutture dell’embrione da cui prende origine il sistema nervoso. È costituita da uno strato più superficiale chiamato epidermide, formato da cinque strati sovrapposti: basale (quello più profondo), granuloso, spinoso, lucido, corneo (il più superficiale)..

Terapia dell’adipostà localizada

23 Mag 2017
0 Comment
Terapia dell’adipostà localizada

Anche se spesso viene contusa con la cellulite, l’adiposità localizzata è una situazione completamente diversa, in quanto e caratterizzata da un aumento delle dimensioni degli adipociti per un aumento del loro contenuto di grassi, senza però tutto quello sconquasso della matrice e del microcircolo che abbiamo visto essere all’origine della cellulite. In questo caso, mancano la cute a buccia d’arancia e la dolorabilità, presenti invece nella cellulite, che è un processo infiammatorio. Spesso, l’adiposità localizzata rappresenta la conseguenza di una terapia “dimagrante” in cui, pur essendoci una riduzione della massa grassa in generale con diminuzione del peso, residuano in alcune zone per esempio a livello del ventre, degli accumuli localizzati.

Terapia dei chelodi

21 Mag 2017
0 Comment
Terapia dei chelodi

I cheloidi sono cicatrici esuberanti cioè in eccesso che possono svilupparsi in soggetti costituzionalmente predisposti, per cui anche una piccola ferita spesso guarisce con produzione eccessiva di tessuto e conseguenti negativi riflessi estetici. Mesoterapia, Omeopatia e Omotossicologia Si tratta di mesoterapia effettuata con prodotti omeopatici e omotossicologici. Infiltrazione del cheloide e iniezione nello stesso di farmaci quali Graphites Homaccord, Procainum compositum, Silicea, Funiculus Umbelicalis Suis. Gli esperti di medicina naturale ritengono che lavorare sul cheloide sia importante per due ordini di fattori: 1) il cheloide rappresenterebbe una zona irritativa in grado di agire anche a distanza perturbando il circuito energetico dei meridiani (in pratica è come se il meridiano venisse.

Terapia della cellulite

01 Mag 2017
0 Comment
Terapia della cellulite

La cellulite è un fenomeno che interessa il tessuto adiposo o grasso sottocutaneo. La maggior parte degli autori è d’accordo sul fatto che tutto parte da un’alterazione della circolazione capillare. Anche a livello del grasso, la microcircolazione è caratterizzata dalla presenza di arteriole (le ultime ramificazioni delle arterie), capillari e venule (le piccolissime vene iniziali). A livello dei capillari, che si trovano dopo le arteriole e prima delle venule, avvengono gli scambi respiratori e metabolici fra cellule e sangue: i capillari distribuiscono ossigeno e nutrienti e ricevono anidride carbonica e scorie di provenienza dalle cellule, in questo caso soprattutto adipociti o cellule adipose. Cosa si verifica in sostanza? Si verifica.

Terapia dell’acne volgare

25 Apr 2017
0 Comment
Terapia dell’acne volgare

L’acne è una malattia della pelle caratterizzata da infiammazione delle ghiandole sebacee. Si manifesta con clementi tipo papille (piccoli rilievi arrossati), pustole (piccole vescicole piene di pus), comedoni (i cosiddetti punti”neri”, che si formano per ostruzione dello sbocco delle ghiandole sebacee con conscguente ritenzione di sebo che poi diventa scuro per ossidazione degli acidi grassi), noduli, cicatrici. Tra le cause acquista particolare importanza una situazione di iperandrogeni$moy cioè eccesso di ormoni maschili (che ritroviamo per esempio anche nell’ovaio policistico) la quale causa l’aumentata produzione di sebo e l’aumento della produzione di cellule cornee e successiva colonizzazione batterica (streptococchi e stafilococchi) e quindi infezione. La medicina convenzionale tratta questa situazione con.

Terapia delle ustioni

17 Apr 2017
0 Comment
Terapia delle ustioni

Le ustioni sono lesioni cutanee determinate dall’esposizione a una quantità eccessiva di: • Calore; • Congelamento; • Cause chimiche; • Cause fisiche: elettricità, radiazioni come raggi X, ultravioletti, sole. La loro gravità è in relazione alla quantità di calore assorbito che condiziona il coinvolgimcnto di strati di tessuto più 0 meno profondi. Ustione di 1″ grado: eritema, cioè arrossamento, ad esempio l’eritema solare. Ustione di 2′ grado: caratterizzato dalla presenza di bolle o flittene per interessamento del derma superficiale e profondo. Se possibile e meglio non bucarle perché ciò può favorire una sovrapposi/ione infettiva. Ustioni di 3″ grado: interessamento dei piani sottostanti. Ustioni di 4″ grado: si arriva alla carbonizzazione.

Terapia della alopecia

18 Feb 2017
0 Comment
Terapia della alopecia

Omeopatia e Omotossicologia Alopecia androgenetica Nella donna, trattandosi di una condizione dovuta ad aumentata produzione di ormoni maschili (androgcni), la terapia dovrà essere quella dcll’iperandrogcnismo; condizione che possiamo per esempio trovare nella sindrome dell’ovaio policistico alla quale possiamo aggiungere Lilium compositum, 1 fiala a giorni alterni, o GinecOTI, 20 gocce per 2 volte al giorno, se per esempio si tratta di una donna nell’età del climaterio. Nell’uomo, i rimedi utili sono: • Psorinoheel: 10 gocce per 3 volte al giorno. • Lycopodium compositum: 1 fiala a giorni alterni sublinguale. A sostegno della funzione del fegato. • Selenio: il quale a bassi dosaggi ha azione antiossidante, mentre a dosaggi elevati consegue.

Terapia della couperose

14 Feb 2017
0 Comment
Terapia della couperose

La coupcrose (“coppa rosa”, ossia la sporgenza zigomatica, il cosiddetto “pomello” o “mela” della parte laterale del volto) è una caratteristica colorazione rosea, che interessa prevalentemente le guance con predilezione per il sesso femminile. La cause possono essere un’alterata regolazione del microcircolo cutaneo (capillari, arteriole prccapillari, venule postcapillari) per problematiche di natura psicoemozionale, il climaterio o abitudini voluttuarie quali un eccessivo consumo di alcolici. Oligoelementi • Manganese-Cobalto: una fiala sublinguale a mattine alterne. Omeopatia Associazione di questi tre farmaci: • Lacbesis 5 CH: 3 granuli per 3 volte al giorno. • Sanguinaria 5 CH: 3 granuli per 3 volte al giorno. • Sale costituzionale corrispondente: carbonico, sulfurico, fluorico o fosforico.

Time executed 0 seconds