Terapia delle coliche epatobiliari

27 Giu 2017
0 Comment
Terapia delle coliche epatobiliari

Le cause delle coliche relative a fegato e vie biliari sono l’incunearsi di un calcolo dalla colecisti nel dotto cistico e successivamente nel coledoco. Oppure possono anche essere dovute a un’anomala motilità della colecisti stessa, anche in assenza di calcoli. I sintomi sono caratterizzati da dolore acuto anteriore, sotto l’arcata costale destra, oppure più centrale, spesso irradiato posteriormente all’angolo inferiore della scapola oppure a quello superiore interno, sempre dal lato destro. Riflessologia Dermalgie riflesse. • Anteriore: sotto l’arcata costale a destra sui dermatomeri D 8-D 9. • Posteriore: lateralmente alla decima vertebra toracica a destra (quello che i cinesi chiamava- no “assentimento” di Vescica Biliare). Riflessologia plantare. Indologia Fegato (rosso).

Generalità

27 Mag 2017
0 Comment
Generalità

Il fegato è un organo importantissimo, che svolge un ruolo chiave nella maggior parte dei processi metabolici e disintossicanti del nostro organismo. E dotato di una grande capacità rigenerativa che già gli antichi conoscevano, espressa nel mito di Prometeo, il titano che, per aver rubato il fuoco agli dei, fu condannato a essere legato a una roccia dove mentre un’aquila gli mangiava il fegato di giorno, questo si riproduceva di notte. Nella medicina tradizionale cinese il Fegato è “accoppiato” a Vescica biliare a costituire la loggia del legno, che corrisponde alla primavera e al colore azzurro e verde della bile. E in rapporto con le unghie, i muscoli (nel fegato.

Terapia della steanosi

19 Mag 2017
0 Comment
Terapia della steanosi

Stiratosi significa legato grasso. In pratica, all’interno delle cellule del legato vengono ad accumularsi goccioline di grasso, in conseguenza di un apporto di sostanze tossiche quali alcool, farmaci, dieta eccessivamente grassa. Queste goccioline, che aumentano, finiscono per comprimere e ostacolare l’attività e le funzioni delle cellule. È un riscontro molto frequente all’ecografia, dove si apprezza una caratteristica riflessione dell’onda ultrasonica. Ovviamente ce ne sono di diversi gradi e nella maggior parte dei casi può essere reversibile anche solo con una opportuna dieta. Nei casi più gravi, soprattutto quelli sostenuti da un eccessivo cronico consumo di alcool, può evolvere verso la cirrosi. Omeopatia • Lachesis 7 CH: 3 granuli al di..

Terapia delle epatiti

02 Ott 2015
0 Comment
Terapia delle epatiti

Dobbiamo innanzitutto distinguere fra la terapia delle torme acute e quella delle forme croniche. Epatiti acute Omeopatia • Phosphorus 7 CH: 3 granuli per 2 volte al di. II fosforo a dosi ponderali è tossico per il fegato, ma per la legge della similitudine, diluito e dinamizzato secondo la metodologia omeopatica, può essere usato per agire su quegli stessi disturbi simili. • Nux vomica 7 CH: 3 granuli per 2 volte al di. L’indicazione è data dalla sofferenza acuta del parenchima epatico. In questo caso i rimedi sono usati secondo un criterio organo-tropico, in bassa diluizione, a prescindere dallo psìchismo. Omotossicologia e micromimmunoterapia Nelle forme acute la terapia omotossicologica si.

Time executed 0 seconds