Ago 5, 2018

0
Terapia della psoriasi

Terapia della psoriasi

Posted in : Malattie Della Pelle on by : admin
  • ,
  • ,
  • ,
  • La psoriasi è caratterizzata da velocissima moltiplicazione – rispetto al normale
    – delle cellule dell’epidermide via via che dallo strato inferiore vengono spinte verso l’alto. In questo loro “salire ai piani alti” vanno incontro a processi maturativi e di invecchiamento fino alla perdita dei nuclei, che si verifica quando arrivano allo strato corneo o cheratinico (quello che poi desquama sotto forma di forfora).
    La conseguenza, dal punto di vista pratico è una esaltata produzione di squame (fenomeno visibile) e la persistenza del nucleo nelle cellule cornee (che data la velocità di crescita non fanno in tempo a perdere) (fenomeno osservabile al microscopio).
    Le zone più spesso interessate sono la superfìcie estensoria dei gomiti e dei ginocchi, il cuoio capelluto, le unghie (omeopatia psoriasica).
    Non è una malattia infittiva e tanto meno contagiosa.

    Fattori psicologici
    Si trovano spesso nella storia di questi soggetti importanti conflitti psico-emozionali. Edite infatti a livello della pelle il cosiddetto SSS (stress skin system), cioè sistema di stress cutaneo, mediante il quale terminazioni nervose libere possono comunicare con le cellule dell’epidermide e quindi trasmettere alla pelle messaggi nervosi dai centri superiori. Esso si associa a disagio spesso marcato della persona che si vergogna del suo aspetto, teme di essere considerata infetta, contagiosa e di conseguenza emarginata, oppure soffre di importanti sensi di colpa.
    Secondo la visione psicosomatica la pelle essendo una struttura che deriva dallo stesso foglietto embrionale ectodermico al pari del sistema nervoso, è collegata al relazionarsi coi propri simili; i suoi problemi sarebbero correlati alla paura di separarsi, di essere abbandonati; Io stress scatenante è la separazione e l’abbandono. In particolare, nel caso della psoriasi piuttosto che vivere un rapporto e relazionarsi con gli altri col rischio di essere abbandonato, preferisce ripararsi e difendersi ispessendo la pelle. E spesso correlata al fegato e alla rabbia.

    Cause
    È considerata una malattia autoimmune a prevalente attività Thl nelle forme circoscritte e interessanti una sola articolazione, e a prevalente attività Th2 in quelle diffuse. Infatti è migliorata dall’esposizione al sole e ai raggi ultravioletti che sono depressori del sistema immunitario.
    Si è riscontrata una diminuzione dcll’AMP (adenosinmonofosfato) ciclico all’interno della cellula. Esso è il mediatore intracellulare dei segnali di maturazione della cellula stessa (nel senso che dà il “la” per la maturazione e differenziazione delle cellule).

    Agopuntura
    Trattare i seguenti punti:
    V 54: al centro della piega di flessione posteriore del ginocchio.
    V 57: all’inizio del tendine di Achille.
    S 36: due dita traverse sotto l’interlinea articolare sul muscolo tibiale anteriore.
    F 2: contro la base della prima falange dell’alluce, internamente.
    F 3: nella fossetta all’unione fra 1″ e 2° metatarso.
    In questi punti possono essere iniettati per via mesoterapia anche cocktail omotossicologici e rimedi unitari delle forme iniettabili.

    Fitoterapia
    • Hydrocotyk asiatica o ccntella asiatica (che ritroviamo anche nell’R65). Una crema a base di ccntella può contribuire ad attenuare l’arrossamento doloroso prodotto dalle esquamazioni della psoriasi, oppure si possono usare compresse (cioè garze) preparate con infuso di ccntella in forma di tintura madre, 10 gocce per 3 volte al giorno.
    • Cicuta virosa: data la velenosità della pianta (Socrate insegna) viene utilizzata in diluizione omeopatica centesimale dalla 5 CI I alla 7 CH, 3 granuli sublinguali per 2-3 volte al giorno.

    Trattamenti locali
    • Capilen fluido liposomialc: associazione fìtotcrapica
    e/o
    • Cardiospermum pomata.

    Oligoelementi
    • Zinco: una fiala bevibile a giorni alterni in aggiunta a:
    • Oligofumarat (acido fumario) a piccole dosi): 2 compresse per 3 volte al giorno per
    3 settimane, poi 2 compresse per 2 volte al giorno per altre 3 settimane.

    Omeopatia
    • Arsenicum e sali di arsenico (Kalt arsenicosum e Natrum arsenicosum) alla 5 o 7 CU:
    3 granuli 2-3 volte al giorno sublinguali.

    Omotossicologia
    • Tbaiamus compositum, che nella sua composizione contiene AMP ciclico la cui diminuzione è correlata a un’insufficiente capacità delle cellule di differenziarsi e maturare: 1 fiala sublinguale a giorni alterni.

    Importanti rimedi immunologie!
    Farmaci favorenti la funzione del fegato:
    • Lycopodium compositum, 1 fiala a giorni alterni, oppure
    • Bio H complex: 20 gocce al giorno,oppure
    • R7: 10 gocce per 3 volte al giorno.
    Eventualmente associati a:
    • Acidofumaricum Injeel. per agire sul meccanismo di produzione dell’energia cellulare
    detto ciclo di Krebs. Quando e bloccato a livello dell’acido fumario) favorisce il
    manifestarsi della psoriasi: 1 fiala sublinguale a giorni alterni.
    • PsorinobeeI o R21: 10 gocce per 3 volte al giorno; antidiatesico (cioè agente sulla
    predisposizione costituzionale) soprattutto cutaneo. In associazione con:
    • R65: insieme di alcuni rimedi omeopatici utilizzabili nella psoriasi (fra cui Arsenicum):
    10 gocce per 3 volte al giorno.

    Microimmunoterapia
    Cioè terapia con intcrleuchine diluite e dinamizzate secondo il metodo omeopatico. Nelle forme localizzate e interessanti una sola articolazione (maggiore attività Thl) sono proponibili insieme:
    • IL-4 alla 4 CH: 10 gocce per 2 volte al giorno.
    • IFN-gamma 15 CH: 10 gocce per 2 volte al giorno.
    Invece, nelle forme diffuse che esprimono una prevalente reattività Th2 (come nell’eczema atopico) è più opportuno dare IFN-gamma 4 CH sempre 10 gocce per 2 volte al giorno e nei casi dubbi IL-10 4 CH 10 gocce per 2 volte al giorno, che diminuisce la risposta immunitaria globale delle due linee sia Thl che Th2), cosa che fanno anche i raggi ultravioletti, il cortisone e gli immunosoppressori della medicina convenzionale.

    Probiotici
    Utili anche i probiotici e Mucosa compositum 1 fiala sublinguale a giorni alterni per agire sull’organo intestinale data la sua importanza per un buon equilibrio del sistema immunitario.

    Psicosomatica
    La psoriasi è caratterizzata fra le altre cose da iperacantosi, cioè ispessimento dello strato cutaneo più esterno o corneo. Un soggetto ispessisce la cute per proteggersi dalla paura dell’abbandono, del distacco. Piuttosto che andare dentro all’esperienza e viverla, preferisce ripararsi e difendersi e lo fa aumentando il confine fra lui e gli altri.
    L’epidermide infatti deriva dall’ectoderma della corteccia cerebrale e somatizza conflitti legati alle relazioni e all’abbandono. Secondo la MTC è correlata a problematiche di fegato e dì rabbia. Nel caso dell’artrite psoriasica (le articolazioni derivano dal mesoderma del midollo cerebrale), che può associarsi alle manifestazioni cutanee, quella che scatta è la paura di non essere più all’altezza della situazione. Da un problema con gli altri (pelle) comincia pian piano a svilupparsi anche un problema di inadeguatezza, la paura di non essere più all’altezza dell’ambiente in cui si vive.

    Seguire e come noi:
    follow subscribe - Terapia della psoriasi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *