Set 17, 2016

0
Terapia della sindrome premenstruale

Terapia della sindrome premenstruale

Posted in : Ginecologia on by : admin
  • ,
  • ,
  • ,
  • Si tratta di un insieme di sintomi fra loro collegati quali irritabilità, senso di pesantezza pelvica e di gonfiore anche a livello mammario e sostenuti da fenomeni di ritenzione di liquidi e sodio nel tessuto connettivo, che precedono il periodo delle mestruazioni. Questi sintomi riconoscono varie concause come iperestrogenismo relativo, aumento di prolattina, di aldosterone e di ADH (adiuretina o ormone antidiuretico, ormone prodotto dalla parte posteriore dell’ipofisi e che determina riassorbimento di acqua a livello del rene). Si associano una condizione di insulino-resistenza, condizione per cui i tessuti periferici diventano meno sensibili all’insulina normalmente prodotta dal pancreas, e aumento della sintesi degli oppioidi endogeni2. Questi ultimi particolari spiegano i fenomeni di fame compulsiva e di alterazione del tono dell’umore. Sono più sensibili a questa situazione le donne che normalmente hanno una prevalenza di fondo dell’attività ortosimpatica del sistema neurovegetativo, che costituzionalmente le predispone a una certa labilità psicoemozionale. Tutti gli organi e i visceri hanno questo doppio tipo di controllo antagonista e questo serve per avere una regolazione più “fine” della loro funzione. L’attività di ogni organo, quindi, dipende dalla variabile attività di questi due sistemi, che sono uno il contrario dell’altro, uno frena e l’altro stimola. Per esempio, a livello del cuore il simpatico accelera mentre il parasimpatico rallenta il numero dei battiti.

    Omotossicologia
    • Progesterone D 6: 6 gocce una volta al giorno a partire dal decimo giorno del ciclo, per sostenere la fase progestinica (seconda parte del ciclo) ed equilibrare la condizione di ipcrcstrogenismo.
    • Apis Homaccord: 10 gocce per 3 volte al giorno; anti-edema, anti-prostaglandinico, antinfiammatorio, per contrastare la ritenzione idrica; utilizzabile anche per la mastodinia della sindrome premestruale. La mastodinia è il dolore mammario associato a turgore e fenomeni di ritenzione idrica della ghiandola mammaria che precede e accompagna le mestruazioni.
    • Serotonina D 6: 15 gocce per 3 volte al giorno; se c’è spiccato desiderio (craving) di dolci e carboidrati in genere.
    • Sepia compositum: 10 gocce per 2 volte al giorno. Utile se è presente una componente di tipo apatico-depressiva.
    • Mulimen: 10 gocce per 2 volte al giorno, a partire dal momento in cui la donna comincia a percepire i primi sintomi del “fastidio” e durante le mestruazioni.

    Organoterapia
    • Corpus Luteum Suis: da 1 fiala alla settimana a più fiale – a giudizio del medico – in relazione alla complessità del quadro clinico.

    Seguire e come noi:
    follow subscribe - Terapia della sindrome premenstruale

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *