Lug 18, 2018

0
Terapia della steanosi

Terapia della steanosi

Posted in : Mallatie Del Fegato on by : admin
  • ,
  • ,
  • ,
  • Stiratosi significa legato grasso. In pratica, all’interno delle cellule del legato vengono ad accumularsi goccioline di grasso, in conseguenza di un apporto di sostanze tossiche quali alcool, farmaci, dieta eccessivamente grassa. Queste goccioline, che aumentano, finiscono per comprimere e ostacolare l’attività e le funzioni delle cellule.
    È un riscontro molto frequente all’ecografia, dove si apprezza una caratteristica riflessione dell’onda ultrasonica. Ovviamente ce ne sono di diversi gradi e nella maggior parte dei casi può essere reversibile anche solo con una opportuna dieta. Nei casi più gravi, soprattutto quelli sostenuti da un eccessivo cronico consumo di alcool, può evolvere verso la cirrosi.

    Omeopatia
    • Lachesis 7 CH: 3 granuli al di. L’impegno epatico di Lacbesis à un “ingorgo” dell’epatocita, una steatosi. Lacbesis si addice a una persona logorroica che parla incessantemente, spesso ma non necessariamente una donna gelosa nel periodo del climaterio, che ha l’impressione di non essere mai amata abbastanza e che non ci si occupi abbastanza di lei.
    • Cardus marianus 7 CH: 3 granuli al dì. Quello di Cardus marianus è un fegato ipertrofico, congesto, con manifestazioni di ipertensione del circolo portale: milza ingrandita, varici esofagee, emorroidi.
    • Cbelidonium 7 CH: 3 granuli al di. Il tropismo epatico di Cbelidonium è rivolto sia alla funzione dcll’cpatocita, sia ai canalicoli biliari, vie di escrezione della bile di cui favorisce il deflusso.
    Il paziente che si giova di Cbelidonium può essere una persona autoritaria, sospettosa anche per la propria salute, che esprime minuziosamente, scandendo le parole, il suo pensiero, che tiene in alto conto, sentendosi perciò “offeso” se non viene seguito.

    Omotossicologia e Organoterapia
    – Steatosi non infiammatoria
    • Hepeelo R7: 1 compressa sublinguale per 3 volte al giorno.
    più
    • Hepar Suis InjeeI: organotcrapico. In questo caso invece è opportuna la stimola-
    zione della funzione epatica per favorire la disintossicazione. 1 fiala/settimana,
    più
    • Stannum Injeel: elemento facente parte del gruppo del carbonio, specifico per la
    corretta strutturazione dei tessuti, sempre 1 fiala alla settimana.

    – Steatosi infiammatoria (NASH)
    • Arnica compositum ìiceh 2-6 compresse al giorno, eventualmente associata a
    • Interleucbina-6 alla 15 CH: 10 gocce per 3 volte al dì,
    più
    • Lympbomyosot. 10 gocce per 3 volte al giorno (Galium Heel stessa dose negli stadi più avanzati),
    più
    • Cbelidonium Homaccord: 10 gocce per 3 volte al giorno.

    In tutti i casi saranno utili:
    • Catalizzatori del ciclo di Krebs (Confezione unica dei catalizzatori): 10 fiale tutte insieme o suddivise in due giorni successivi, per sostenere le funzioni metaboliche. Seguite dopo 1 settimana e con cadenza settimanale da:
    • Cocnzyme Compositum,
    più
    • Chinoni (Ubichinon compositum): 1 fiala, per migliorare la respirazione mitocondriale e la produzione di energia,
    più
    • Glyoxalcompositum: 1 fiala, per favorire la disintossicazione a livello della cellula.
    Dopo le 10 fiale insieme della confezione unica dei catalizzatori si lascia passare una settimana poi si fa una punturina intramuscolo mettendo nella stessa siringa Coenzyme compy Ubichinoti comp. e Glyoxal comp.

    – Steatosi alcoolica
    Oltre all’essenziale abolizione dell’assunzione di alcool dal punto di vista omotossicologia) la terapia e sovrapponibile a quella della NASH.

    – Steatosi post-virale (più spesso HCV genotipo 3)
    Terapia antivirale specifica più
    • Hepeelo R7: 1 compressa per 3 volte al giorno,
    più
    • Amica compositum: 1 compressa per 3 volte al giorno,
    più
    • Galium Heel: 10 gocce per 3 volte al giorno.

    Dieta e altri suggerimenti
    Dieta adatta e astensione dall’alcool sempre.

    Seguire e come noi:
    follow subscribe - Terapia della steanosi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *