Apr 3, 2015

0
Terapia dell’emicrania temporale irradiata

Terapia dell’emicrania temporale irradiata

Dolore che parte dalla tempia e che si irradia dietro; spesso corrisponde come abbiamo già detto al decorso del meridiano di Vescica Biliare. Quasi sempre è una cefalea causata da una patologia delle vie biliari.

Agopuntura
VB 20: all’inserzione dei due fasci del muscolo sterno-cleidomastoideo, sulla faccia posteriore dell’osso mastoide, importante punto di riequilibrio neurovegetativo.

Auricoloterapia
Trattare il punto della colecisti, nellemiconca superiore.

Tecnica “Palper rouler” applicata alle dermalgie riflesse
Le dermalgie (pelle “dolorosa”) riflesse sono zone di pelle sulle quali si proietta e si manifesta attraverso una particolare consistenza e dolorabilità la malattia di un viscere (stomaco, fegato, intestino ecc.).

In caso di problemi infiammatori di un viscere da questo parte un segnale nervoso che va al midollo spinale. Da quest’ultimo ritorna un segnale neurovegetativo per la pelle che modifica le caratteristiche di sensibilità e imbibizione liquida della sostanza fondamentale del connettivo della pelle, determinando appunto quella che si chiama
dermalgia riflessa.
Dermalgie riflesse: plesso solare, dermalgia riflessa pancreatica (se presente), dermalgia di stomaco, colecisti.
Queste zone, trattate con la tecnica del “palper roulcr” (vedi Fig. 8) hanno una doppia utilità:

– Diagnostica, in quanto ci permettono capire quale viscere è ammalato: si “pinza” con l’indice e il pollice delle due mani una piega cutanea e la si svolge lentamente. Lo svolgimento trova difficoltà a realizzarsi in presenza della zona interessata in corrispondenza della quale il paziente apprezza una viva sintomatologia dolorosa;

– Terapeutica, perché infiltrandole con un ago da agopuntura, iniettandovi un cocktail medicamentoso o anche stimolandola manualmente appunto con questa tecnica si può far arrivare al viscere interessato un segnale con l’effetto di favorire il riequilibrio
neurovegetativo. In poche parole e quasi come se toccassimo, accarezzassimo, massaggiassimo il viscere.

Omeopatia

• Nux vomica 5 CH.
• Chelidonium 5 CH.
• Cardus marianus 5 CH.

Sono tre rimedi unitari particolarmente indicati per le problematiche digestive delle vie biliari: da soli o tutti insieme alla dose di 3 granuli per 3 volte al giorno, sciolti sotto la lingua.

Molto spesso i pazienti con problemi alla colecisti hanno mal di testa e in queste persone esso viene descritto “forte e noioso”, soprattutto se si associa ad artrosi cervicale. Frequentemente insorge di notte, alle prime ore del mattino, oppure la sera verso le 17-18; però un po’ce sempre e magari ha delle recrudescenze. Non sono mal di te-
sta insopportabili, spesso sono blandi ma con fastidiosi sensi di peso, in relazione con questa insufficienza della funzione biliare.
Molto diffìcilmente sono bilaterali. In tal caso potremmo pensare più a un problema del fegato o della colecisti. Questo tipo di dolore viene riferito sempre alla tempia, primariamente, e secondariamente alla nuca. La caratteristica di dolore continuo, sordo, non acutissimo che va e viene, accompagnato spesso da nausea è quindi quasi sempre una cefalea causata da una patologia delle vie biliari che può essere dovuta a:
• Calcolosi: questa può causare coliche se il calcolo si incunea nel coledoco (condotto della bile).
• Asportazione della colecisti’. “il domani doloroso del colccistcctomizzato” (sintomatologia dolorosa che in qualche caso può seguire all’intervento di asportazione della colecisti).

Altre volte anche in assenza di calcoli, in relazione o a una particolare ipersensibilità del sistema neurovegetativo o alla forma della colecisti (per esempio colecisti “ad uncino”) o a una particolare densità della bile (sabbia biliare) può esserci una anomalia della contrazione della colecisti chiamata discinesia (cioè anomala motilità). Fa quindi
parte della terapia anche un programma a) dietetico, adeguato, povero di grassi, che stimolano i movimenti della colecisti; e b) di vita, che consiste nell’allontanare il più possibile le fonti di stress, coltivando tutte quelle tecniche e abitudini che ne riducono
le conseguenze. Non dimentichiamo che Ippocrate, universalmente considerato come il padre della medicina moderna, ha affermato «Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo» e lui stesso curava per quanto possibile solo con diete idonee.

Seguire e come noi:
follow subscribe - Terapia dell'emicrania temporale irradiata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *